Martedì il giorno peggiore

Un tempo era il lunedì il giorno più stressante della settimana, ora non più. Ai tempi di Facebook, il giorno più pesante della settimana è diventato il martedì.

I risultati sono quelli di un’indagine inglese pubblicata sulle pagine di una rivista specializzata sui temi della salute. Secondo gli autori, che hanno intervistato 3 mila lavoratori, il lunedì è diventato per lo più il giorno in cui i lavoratori provano a limitare le loro attività mettendo in moto una specie di avvio delle pratiche. Ma, soprattutto, buona parte degli impiegati ammette di trascorrere sui siti di social network una parte significativa del primo giorno della settimana. Così il martedì finisce per essere il primo giorno completamente dedicato al lavoro e in cui recuperare il rilassamento del giorno prima.

Il martedì sembra essere diventato il giorno in cui con maggiore probabilità gli impiegati non fanno neppure la pausa pranzo e quasi un impiegato su cinque si ritrova ad uscire ben oltre l’orario di lavoro.

Il lunedì sembra, così, essere diventato un giorno da trascorrere senza impegnarsi troppo (è così per il 53 per cento) e il dieci per cento degli impiegati ammette apertamente di rimandare i propri compiti al giorno dopo pur di utilizzare i social network.

Martedì il giorno peggiore

Lascia un commento

Torna su