L’ufficio confortevole aumenta la produttività

“Produrre e allestire uno spazio di lavoro di qualità è una scelta che non garantisce solo benessere ai lavoratori, ma direttamente e indirettamente un vantaggio economico per l’azienda”. È questa la conclusione a cui arrivano gli autori di “Investire sull’ufficio: come e perché. Lo spazio di lavoro come risorsa per migliorare l’azienda” (edito da Franco Angeli).

Da indagini effettuate su aziende di grandi dimensioni, risulta che elementi come il comfort, la qualità dell’aria, la temperatura e la luminosità possono produrre oscillazioni nella produttività fino al 30%.

Anche nell’eccellenza viene confermata questa tendenza. Analizzando gli spazi di lavoro di 758 vincitori del Premio Nobel, l’omonima Fondazione ha individuato infatti alcune caratteristiche comuni: una concentrazione di persone creative con competenze diverse, la possibilità di utilizzare reti di comunicazione e la presenza di ambienti informali (bar, mense, spazi comuni) dove il relax stimola lo scambio di idee.

Da qui l’opportunità che il luogo di lavoro diventi anche una sorta di piccola comunità, in cui avere momenti di svago e relazioni informali con i colleghi. Gli ambienti di relax hanno anche un impatto positivo per l’immagine dell’impresa, percepita all’esterno come sensibile alle esigenze dei lavoratori.

Importante, inoltre, mantenere viva l’identità del luogo di lavoro, creando ambienti più vicini allo specifico dell’artigiano piuttosto che la raccolta di scrivanie che potrebbero essere di qualsiasi azienda. Un dato da tenere ben presente, in tempi in cui si moltiplicano le postazioni di desk sharing, utilizzabili di volta in volta da lavoratori diversi.

L’ufficio confortevole aumenta la produttività

Lascia un commento

Torna su